Riduzione dello stomaco

Le persone che soffrono di obesità grave spesso affrontano problemi di salute e sociali. In molti casi, si sentono bloccati sia nella vita quotidiana professionale che in quella privata. Una riduzione chirurgica gastrica può aiutare a ridurre abbondantemente il peso corporeo e ad ottenere un miglioramento fisico e mentale nella persona affetta da questo problema.

La mia assicurazione sanitaria copre i costi di una riduzione dello stomaco?
Se la salute del paziente è in pericolo poichè sovrappeso, è possibile che l'assicurazione sanitaria si faccia carico dei costi della riduzione dello stomaco. Spesso i pazienti devono essere in grado di dimostrare che le misure preventive sono già state addottate, ma non hanno avuto l'effetto sperato. Determinanti sono anche la collaborazione, la disponibilità e la disciplina del paziente. In ogni caso, è sempre meglio parlare con la assicurazione sanitaria degli eventuali costi prima che lo stomaco venga ridotto.
 
Cosa succede durante una riduzione dello stomaco?
Una riduzione gastrica ha lo scopo di diminuire chirurgicamente il volume dello stomaco. In questo modo, solo piccole quantità di cibo possono essere assorbite e il paziente perde peso. Il metodo utilizzato per ridurre le dimensioni dello stomaco dipende dalle condizioni di partenza del paziente e dal risultato desiderato. Ad esempio, un palloncino gastrico, una fascia gastrica o un bypass gastrico possono favorire la perdita di peso. La procedura viene eseguita in anestesia generale. Il successo della terapia implica che il paziente è disposto ad adottare uno stile di vita sano.
 
Quali complicanze possono manifestarsi?
I vari metodi di riduzione dello stomaco o di bypass gastrico sono interventi chirurgici esposti a rischi e quindi a complicanze. I rischi di base di un intervento chirurgico includono, ad esempio: sanguinamento, riapertura delle ferite o infezioni. In rari casi può verificarsi un'occlusione gastro-intestinale. Possono verificarsi anche reazioni allergiche all'anestesia.