Liposuzione

Fra gli interventi preferiti dalle donne e dagli uomini troviamo sicuramente la liposuzione. In genere la liposuzione viene eseguita per motivi puramente estetici e i costi sono quindi a carico della paziente e/o del paziente; lo stesso vale per eventuali costi conseguenti. Naturalmente anche per questo intervento non si possono escludere rischi e complicanze.
 
Cosa succede durante una liposuzione?
il metodo tumescente è ormai considerato quello standard per la liposuzione. Questo metodo prevede che prima dell’aspirazione il tessuto venga gonfiato con un fluido; il medico inietta nella zona da trattare un grande quantitativo di soluzione fisiologica con un anestetico locale ed eventualmente altri additivi farmacologici. In questo modo si rilassano le cellule adipose e si riduce la tendenza al sanguinamento. Durante il tempo di posa di circa un’ora, le cellule adipose si impregnano completamente. Per inserire le cannule di aspirazione il chirurgo esegue delle minuscole incisioni (lunghe da cinque a otto millimetri) che in seguito alla liposuzione possono venire suturate o meno. Generalmente al giorno d’oggi la liposuzione viene eseguita con vari metodi non invasivi in anestesia locale, abbinandola eventualmente a una sedazione per via endovenosa; dal punto di vista medico l’anestesia totale è necessaria solo di rado e comporta rischi supplementari.
 
Quali complicanze possono manifestarsi?
Come per ogni intervento i pazienti devono aspettarsi gonfiori, emorragie secondarie, problemi circolatori ed edemi; complicanze più gravi, infezioni o avvallamenti sono estremamente rare con chirurghi esperti. Le moderne tecniche operatorie e l’impiego di cannule di aspirazione sottilissime riducono al minimo i rischi. Fra le complicanze specifiche conseguenti a una liposuzione troviamo un indolenzimento temporaneo, dato che i nervi cutanei possono venire irritati nel corso dell’intervento; un’intolleranza alla soluzione tumescente può causare prurito, malessere o eruzioni cutanee. In presenza di asimmetrie e anche avvallamenti lo specialista può correggere il risultato; un eventuale secondo trattamento non può avvenire prima di sei mesi, in quanto solamente allora sarà visibile l’effettivo risultato finale della liposuzione.
Il ritocco presenta maggiori difficoltà in presenza di avvallamenti e irregolarità cutanee, che si formano se il chirurgo interviene troppo vicino alla superficie; in questo caso può essere d’aiuto infiltrare tessuti grassi endogeni.